Primo giorno del Laboratorio Healthnic a Liverpool

Il primo giorno del Laboratorio Healthnic organizzato a Liverpool si è tenuto l’ultimo giorno di ottobre alla John Archer Hall nel cuore del quartiere Toxteth.
Durante la prima sessione, dopo le presentazioni, abbiamo iniziato col dirci cosa avevamo mangiato per colazione, la più popolare è risultata essere tè e pane tostato!
Abbiamo iniziato a costruire relazioni di gruppo attraverso discussioni aperte e alcuni giochi rompighiaccio a base di pezzi di frutta (il mangiare sano era il punto focale della giornata) e ci siamo conosciuti un po’ meglio.
Divisi in gruppi ci siamo scambiati idee sull’essenza delle nostre diverse cucine tradizionali enfatizzando le similitudini che attraversano in modo naturale i “confini”.
Tutti insieme abbiamo discusso e concordato obiettivi e regole comuni per le nostre sessioni per creare un’esperienza piacevole, rispettosa e sicura.
Divisi in gruppi abbiamo iniziato a preparare il pane. È stata un’attività educativa e allo stesso tempo aggregante in cui abbiamo condiviso competenze, suggerimenti e storie. Con le dita appiccicose abbiamo imparato di più l’uno dall’altro, e abbiamo lavorato stendendo e tirando l’impasto fino a farlo diventare liscio e pronto per essere modellato e cotto.
Mentre il pane cuoceva abbiamo esplorato l’orto della comunità di John Archer e raccolto il coriandolo da aggiungere alla zuppa prevista per il pranzo e la menta per il tè.
Nel momento in cui i partecipanti hanno annusato e assaggiato l’ampia varietà di erbe, sono affiorati ricordi e storie provenienti da Inghilterra, Pakistan, Turchia, Sudan, Tobago e Burundi.
Tornando in cucina il bell’aroma di pane caldo ha risvegliato il nostro appetito ricordandoci che era ora di pranzo. Il pane è stato tagliato a fette e servito con una ciotola di nutriente zuppa di carote e lenticchie.
Durante il pasto la nostra comunità etnica ha continuato a discutere dell’essenza delle nostre cucine e concordato cosa fare durante la prossima sessione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *